sei in : home > autori > germano costa
Autore:

Germano Costa


Germano Costa nasce a Sant’Anna di Chioggia, piccola frazione del comune di Venezia, nell’agosto del 1963 nella casa dove trascorrerà gran parte della sua fanciullezza. Bambino fragile, a cinque anni è colpito da una grave malattia che gli fa gonfiare le labbra e gli occhi fino a quasi togliergli la vista. Trascorrerà per questo un lungo periodo in ospedale. La nonna paterna, che rivestirà un ruolo fondamentale nella sua educazione, gli rimane accanto nei pomeriggi di quell’estate di fine anni Sessanta. Germano, che ama profondamente la lettura, nei primi giorni del suo ricovero non riesce a vedere; allora la nonna un giorno incomincia a leggergli “Il mondo salvato dai ragazzini” di Elsa Morante. Nei mesi seguenti al ricovero ospedaliero Germano incomincerà a leggere i classici francesi; contemporaneamente si diletterà nella realizzazione delle sue prime opere pittoriche. Nel 1971 partecipa al suo primo concorso d’arte con un disegno, ma non è selezionato nella rosa dei finalisti. A fine anni Ottanta la sua vita è scossa dalla grave malattia mentale che affliggerà, fino alla fine dei suoi giorni, la sua cara sorellina, così come la chiama Germano. Questo evento segnerà profondamente la vita del ragazzo sotto l’aspetto culturale, della scrittura e delle poesie, ma soprattutto trasformerà radicalmente la sua pittura fino ad arrivare all’inizio degli anni Duemila a inventare un nuovo movimento artistico denominato Disconettivismo. Nel corso della carriera artistica ha partecipato a numerose mostre ricevendo premi di livello internazionale sia nel campo della scrittura, ma soprattutto nel campo pittorico. Recentemente, nel 2017, nell’ambito del concorso internazionale Autore dell’Anno si classifica al secondo posto nel campo della poesia. Nel 2022, sempre nello stesso concorso, è premiato inoccasione del Salone internazionale del libro Torino per il libro di poesie inedite dal titolo “Il mio vento”. Sempre nel campo letterario, nel 2010 vince il premio Europa con il romanzo “Il treno della speranza”. Nel 2005 per meriti letterari e per la sua lunga attività artistica è nominato Pioniere della cultura italiana. Nel 2019 riceve il riconoscimento come Ambasciatore dell’arte italiana. Per la lunga attività artistica e riconoscimenti ricevuti è inserito, in occasione della Giornata mondiale del libro UNESCO nell’albo “Scrittori e Poeti Italiani” a pag. 60. Nel 2021 è nominato, per meriti in campo letterario e pittorico, membro dell’Accademia internazionale d’arte e letteratura di Francia-Parigi. Nel corso della sua vita ha pubblicato diversi libri di poesia e romanzi tra cui “Dolci ondulazioni dell’anima” (2000, poesie), “Argo” (2003, poesie), “Argo 1” (2004, poesie), “Viaggio 1” (2005, racconti), “Trenoterapia” (2006, saggio), “Il treno della speranza” (2010, romanzo), “L’uomo con la bottiglia in testa” (2020, romanzo).

I libri che ha pubblicato con BookSprint


 

Gli E-book che ha pubblicato con BookSprint

Pubblica il Tuo Libro con BookSprintEdizioni
 
Dicono di Noi
 
* Dati aggiornati in tempo reale
 
Comitato di Lettura BookSprintEdizioni